Preparazione:
60 min.
Pronta in:
60 min.

I tonnarelli o spaghetti alla chitarra sono una trafila tipica dell’Abruzzo, diffusa in tutto il centro-sud Italia. Se non avete la classica chitarra per prepararli, munitevi di un coltello affilato. Questo abbinamento con cacio e pepe è il più classico e, a mio parere, il più saporito.

Ingredienti:

  • 200g di farina 00
  • 2 uova
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 100g di pecorino romano grattugiato
  • pepe q.b.

Preparazione:

1Disponete la farina a fontana su una spianatoia. Fate un buco al centro e versateci le uova e il sale. Con la forchetta sbattete delicatamente le uova e quindi inglobatela alla farina prendendola con la forchetta dai lati della fontana. Quando l’uovo sarà stato tutto assorbito, procedete a lavorare la pasta con le mani creando un panetto compatto. Continuate a impastare per almeno 8-10 minuti, fino a creare una massa liscia e morbida.

2Avvolgete il panetto in della pellicola da cucina e lasciatelo riposare per 1 ora in un luogo fresco e asciutto (ma non nel frigo).

3Quindi, dividete la massa in 6 pezzi e prelevate un pezzo alla volta, avendo cura di coprire con la pellicola da cucina quella che non si usa. Passate il panetto di pasta nella macchina per la pasta, progressivamente attraverso i diversi livelli di spessore, passando la pasta 2 volte circa. Poiché i tonnarelli sono degli spaghetti spessi, la sfoglia non dovrà essere sottile come quella classica per tagliatelle o pappardelle. Quando stendete la pasta, dunque, fermatevi, ad una tacca superiore (in genere la terza) rispetto a quella classica.

4Lasciate riposare la sfoglia per altri 15 minuti, giusto il tempo che si secchi appena. Dunque, se avete la chitarra procedete a passare la sfoglia attraverso le corde. Altrimenti, arrotolate la pasta delicatamente senza stringerla troppo e con un coltello affilato tagliate tante striscioline da 1/2cm di spessore. Srotolatele immediatamente e disponetele su un canovaccio pulito ad asciugare fino al momento di cuocerle.

5Lessate i tonnarelli in abbondante acqua salata cui avrete aggiunto 1 cucchiaio di olio. Dopo 3 minuti di cottura assaggiateli e verificate la cottura. Scolateli al dente con un mestolo forato o una spaghettiera e riponeteli in una ciotola. Spolverate con metà del pecorino e aggiungete un mestolo d’acqua di cottura della pasta. Mescolate bene ma con delicatezza (i tonnarelli freschi sono molto delicati) e quindi aggiungete il restante pecorino e, se necessario, ancora acqua. Spolverate con il pepe e portate in tavola.

Porzioni:

4 persone