Preparazione:
10 min.
Cottura:
10 min.
Pronta in:
20 min.

Il cenone del 24, si sa, è rigorosamente di magro. Ogni anno puntualmente in famiglia si apre il dibattito: i più classici spaghetti ai frutti di mare o le mafalde con le acciughe della tradizione più tipicamente calabrese? Se il tempo a disposizione non concede ampi spazi, le mafalde sono l’ideale.

Ingredienti:

  • 400g di pasta mafalda
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 peperoncino rosso piccante
  • 200g di acciughe (o sarde) sotto sale
  • 2 fette di pan carrè
  • prezzemolo tritato (facoltativo)

Preparazione:

1Lavate e nettate bene sotto l’acqua corrente le acciughe. Poi diliscatele e riducetele in filetti.

2Mettete a bollire abbondante acqua salata per cuocere la pasta.

3Ottenete dalle fette di pan carrè una mollica molto sottile che farete abbrustolire in un padellino su fuoco basso, rigirando continuamente con un mestolo di legno, finchè non avrà preso un colore dorato.

4In una padella – abbastanza capiente da contenere poi anche la pasta – fate soffriggere l’olio con l’aglio a fettine,il peperoncino spezzettato, il prezzemolo. Infine unite le acciughe e fatele sciogliere.

5Avrete nel frattempo lessato la pasta facendo attenzione a tirarla su ben al dente. Buttatela nella padella grande con un po’ d’acqua di cottura e rigirate sulla fiamma. Infine unite la mollica abbrustolita e rigirate ancora per qualche secondo. Servite immediatamente.