Preparazione:
7200 min.
Cottura:
35 min.
Pronta in:
7955 min.

Dal lievito madre al pane ben cotto e croccante: in questa ricetta vi spiego tutto quello che vi serve sapere per preparare il pane fatto in casa con solo 2 ingredienti, acqua e farina!

Ingredienti:

  • 100g di farina di frumento “forte” o per il pane (meglio se biologica)
  • 100ml di acqua tiepida (meglio se minerale naturale)
  • 2-300g di farina di frumento “forte” o per il pane (meglio se biologica)
  • acqua tiepida (meglio se minerale naturale)

Preparazione:

1Preparare il lievito madre: Mescolare in una ciotola acqua e farina fino a formare una pastella appiccicosa. Coprire con un canovaccio umido (non con la pellicola) e lasciar riposare sul bancone della cucina per 2 giorni. Di tanto in tanto, bagnare il canovaccio in modo che rimanga umido. Se dopo 2 giorni il composto sarà pieno di bolle e avrà un odore come di latte, allora si potrà procedere al rinfresco. Se invece ci saranno dei pezzettini di muffa o l’odore sarà cattivo, sarà il caso di buttarlo via e ricominciare da capo.

2Rinfrescare il lievito madre: Aggiungere al lievito 100g di farina e abbastanza acqua da creare una pastella liscia e morbida. Coprire sempre con il canovaccio umido e lasciar riposare per 24 ore. A questo punto il lievito sarà attivo e inizierà a “fare le bolle”. Mescolare bene, quindi pesarlo ed eliminare metà del lievito. Aggiungere altri 100g e altrettanta acqua, come prima. Coprire e lasciar riposare sempre a temperatura ambiente per 12 ore. Se sembrerà molto attivo (tante bolle, molta fermentazione) allora è pronto per essere utilizzato; altrimenti, rinfrescarlo 1 volta ancora lasciarlo fermentare per 6 ore ancora.

3Preparare il pane: Mescolare la farina con il sale e fare un buco al centro. Pesare 200g di lievito madre e aggiungerlo alla farina insieme all’acqua. Lavorare tutti gli ingredienti poco alla volta in modo da creare un impasto morbido; se fosse necessario, aggiungere ancora acqua o ancora farina a seconda che l’impasto fosse troppo morbido o troppo secco.

4Trasferire l’impasto su una superficie infarinata e lavorarlo per 10 minuti o finché sarà molto elastico. Riportarlo nella ciotola pulita, coprire con un canovaccio umido e lasciarlo lievitare finché sarà raddoppiato (per 3-8 ore, dipende dalla stagione e dai gradi della stanza) in un luogo caldo e riparato. La lievitazione dipenderà anche dalla maturità del lievito madre: un lievito più giovane impiegherà più tempo a far lievitare la farina rispetto ad uno più vecchio.

5Riportare la pasta lievitata sul piano di lavoro infarinato e appianarla leggermente. Darle la forma di una pagnotta e trasferirla in una ciotola foderata con un canovaccio ben infarinato. Coprire con un altro canovaccio umido e lasciar lievitare per 2-6 ore o finché sarà raddoppiato in volume.

6Verso la fine della lievitazione, riscaldare il forno a 220°C. Sollevandolo dai lembi del canovaccio, rovesciare il pane direttamente su una placca da forno leggermente oliata e quindi incidere la superficie con un coltello affilato, facendo una croce. Infornare e cuocere per 35 minuti o finché picchettando la superficie con le nocche verrà fuori un suono sordo.

7Trasferire il pane su una gratella e lasciarlo raffreddare. Si conserverà per 5 giorni riposto in un sacchetto di carta.

Porzioni:

1 persone