Preparazione:
10 min.
Cottura:
60 min.
Pronta in:
70 min.

Da sempre, a Mantova questi morbidi e gustosi dolcetti a base di farina di granoturco si preparano per la ricorrenza di Ognissanti e ogni pasticceria offre la sua versione. La mia nonna raccontava che suo padre era solito uscire presto per comprarli per la colazione di quel giorno di festa e offrirli a lei, alle sue tre sorelle e alla bisnonna. Il profumo di caldidolci che si diffonde in questi giorni dell’anno per le vie della mia bellissima città mi fa puntualmente fare un salto indietro ai giorni dell’infanzia, e mi dà una buona scusa per le ultime passeggiate autunnali prima del freddo. Ma farli in casa è un’altra cosa!

Ingredienti:

  • 1l di latte
  • 100g di burro
  • 100g di zucchero
  • 40g di pinoli
  • 40g di arancia candita a cubetti

Preparazione:

1Mettere il latte a bollire con burro, zucchero, pinoli, canditi, uvetta, sale e buccia grattugiata di limone.

2Quando il latte bolle, abbassare il fuoco e unire la farina gialla a pioggia, mescolando bene perchè non si formino grumi.

3Continuare a mescolare il composto (in sostanza, una polenta dolce) per 10-12 minuti, fino a cottura ovvero quando si “stacca” dalla pentola. Una volta cotto, versare il composto su un piatto o una spianatoia per farlo intiepidire.

4Con le mani inumidite con acqua fresca, preparare delle polpettine circa una trentina. Dare alle polpettine una forma appiattita e ovaleggiante, porle su una placca da forno rivestita di carta oleata e infornare a 140-150°C per 30-40 minuti, in modo da farle asciugare leggermente.

5Sfornare, spolverare a piacere con zucchero a velo e gustare caldi.

Porzioni:

30 persone