Preparazione:
40 min.
Cottura:
20 min.
Pronta in:
90 min.

E per fortuna che si mangiano solo a San Giuseppe! Chi non li conosce? Chi non li adora? Fritti si sciolgono in bocca: delizioso l’involucro delicato, golosissima la crema pasticcera che deve abbondare; è lei a dar “peso” al bignè. C’è chi li sceglie al forno convinto di peccare di meno: sono buonissimi anche loro, più eleganti e composti ma ugualmente golosissimi a patto che siano anche loro stracolmi di ottima crema.

Ingredienti:

  • 250ml di acqua
  • 100g di burro
  • 1 pizzico di sale
  • 200g di farina
  • 20g di zucchero
  • 2 tuorli
  • la scorza grattugiata di 1 limone
  • 4 uova intere
  • olio per friggere

Preparazione:

1Preparate la crema pasticcera in anticipo Mettete a scaldare il latte con la scorza del limone senza portare ad ebollizione.

2Battete i tuorli con lo zucchero e la maizena fino ad ottenere una crema chiara, densa e gonfia.

3Versare sui tuorli montati il latte caldo (da cui avrete tolto la scorza di limone) e mescolate bene con una frusta.

4Trasferite sul fuoco e, sempre mescolando, portate ad ebollizione. La crema si addenserà e dopo 1 o 2 minuti dal bollore sarà pronta.

5Versatela in una pirofila bassa e larga, livellatela e coprite la sua superficie con un foglio di pellicola alimentare. Fate raffreddare.

6Preparate i bignè In una pentola mettete l’acqua con il burro e il sale. Mettete su fuoco dolce e quando il burro sarà sciolto, fuori dal fuoco unite in un sol colpo la farina.

7Mescolate e quindi rimettete su fuoco dolce continuando a mescolare finché non si formerà una “palla” d’impasto. Lasciate tostare come un vero e proprio roux e appena comincerà a sfrigolare e si staccherà dalle pareti della pentola, spegnete il fuoco e condite con il cucchiaio di zucchero e la scorza di limone grattugiata; lasciate intiepidire per 10 minuti, mescolando di tanto in tanto.

8A questo punto iniziate ad incorporare i tuorli e le uova intere, leggermente battute, a filo stando attenti a farli amalgamare perfettamente.

9Una volta ottenuta una pasta liscia e setosa ma compatta toglietela dalla pentola, formate una palla e lasciate riposare coperta da un telo per 30 minuti. Se dovesse risultare troppo “collosa” mettetela a “riposare” in una ciotola di metallo.

10Preparate una comoda e profonda padella con abbondante olio e mettete su fuoco medio. Quando l’olio avrà raggiunto la giusta temperatura (verificate immergendo il manico di un cucchiaio di legno nell’olio: se si contornerà di bollicine la temperatura è ottimale), prelevate porzioni d’impasto poco più grandi di una noce e versatele nella padella. Agitate la padella leggermente per non far attaccare i bignè che, vedrete, si gireranno e rigireranno da soli.

11Quando i bignè si gonfieranno sarà il momento di alzare un poco la fiamma e quando saranno dorati potete metterli a scolare su carta da cucina. Non friggetene troppi pezzi alla volta altrimenti abbasserete troppo la temperatura dell’olio, che deve rimanere costante, e i bignè rischierebbero di riempirsi di olio o comunque di non cuocersi omogeneamente. Riabbassate il fuoco e ripetete l’operazione fino a finire l’impasto.

12Se preferite potete cuocere i bignè al forno Mettete nell’impasto le sei uova intere in modo da ottenere un impasto più cremoso.

13Quindi mettetelo in un sac a poche con beccuccio liscio o, se preferite, a stella ma comunque largo almeno min 8/10 mm.

14Rivestite di carta forno una teglia ampia e bassa e cominciate a formare delle porzioni poco più grandi di una noce, distanziate tra loro di almeno 8 centimetri.

15Infornate in forno caldo a 200°C per 15 minuti circa, almeno finché i bignè non si saranno gonfiati e dorati. Spegnete il forno e lasciateci i dolci ancora per 10 minuti con lo sportello aperto. Sfornate e fate intiepidire.

16Farcite i bignè Comunque li abbiate cotti ora riempiteli con la crema con un sac a poche, spolverizzate con abbondante zucchero a velo e … guardateli bene perché spariranno in men che non si dica!

Porzioni:

8 persone